Ben ritrovati, miei lettori!
Mi scuso subito per la mia assenza, ma questi mesi sono stati un macello per la mia povera psiche che ha dovuto sopportare di tutto: stress, trasferimento, gente molesta, senso di inutilità e chi più ne ha, più ne metta. L’unica cosa che mi andava di fare era affogarmi in serie tv, film, libri, maratone di The Sims e altre belle attività poco utili. Ah, però ho avuto il tempo di iscrivermi su Goodreads, tanto per sottolineare quanto sia stata piena la mia vita sociale.
Ma non vi libererete tanto facilmente di me, visto che questo credo sia l’unico posto in cui ho trovato persone con cui è bello scambiare opinioni (anche diverse) in modo civile e corretto. Magari ogni tanto sparirò per uno o due mesi, ma se non ci sarà un post di addio, non prendetelo come tale, ma come una piccola pausa o una ricaduta in certi vizi che ho citato poco sopra.

Così, dopo ERE, rispondo alla nomina (e ringrazio!) del Liebster Award che mi ha passato L’osservatorio di PizzaDog (non seguirlo è peccato mortale): scusa ancora per l’enorme ritardo ma, come vedi, non sono mancata alla parola data!

liebster_award

Regole:

  • ringraziare per la nomination;
  • postare le regole;
  • scrivere 11 cose su di te;
  • rispondere alle 11 domande poste dal blogger che ti ha nominato;
  • nominare a tua volta 11 blog;
  • scrivere 11 domande per i blog nominati;
  • avvisare ogni blogger nominato.

11 fatti su di me

  1. Mi piace truccarmi, vestirmi bene ed essere curata quando esco. Ma mi piacciono pure i videogiochi, i fumetti, i film e le serie tv. Eh, sì, esistiamo anche noi.
  2. Ho la testa piena di storie che non scriverò mai. O quasi.
  3. Sono una delle poche persone ad essere infelice che Johnny Depp sia finito nei film della Rowling, non perché lo odi, ma al contrario perché è uno dei miei attori preferiti e il mondo di Harry Potter & co. proprio non mi garba.
  4. Non seguo Game of Thrones, né l’ho mai letto. Quindi né la Rowling, né Martin. Odiatemi pure adesso.
  5. Le mie povere ossicine non riescono a sopportare l’inverno. Questo vuol dire caloriferi sempre al massimo e che in estate riesco a sopportare felicemente le temperature elevate.
  6. Ho talmente tanti sogni nel cassetto, che la mia scrivania sta iniziando a scricchiolare.
  7. Sono un tipo che non parla spesso e che ascolta troppo. Ma quando certa gente mi fa girare le ehm… sbotto.
  8. Non riesco a classificare i miei gusti in fatto di film, libri, musica e quant’altro. Mi piace spaziare in più generi e non definirmi. E a volte non riesco a spiegare perché qualcosa mi piaccia o meno: cerco di non farmi molte domande e di sentire piuttosto che essere critica.
  9. “La mia stima una volta perduta è perduta per sempre”.
  10. Ho una bella collezione di blu-ray e dvd. Anche se alcuni mi pento pure di averli.
  11. Il mio gruppo di supereroi preferiti (sia nei fumetti, che nei film) sono gli X-Men. Non toccatemi Wolverine (anche se purtroppo è finita male).

Dopo la noia mortale di questo elenco numerato, passiamo alle 11 interessantissime ed originalissime domande di pizzaDog!

1) Hai la possibilità di aprire e gestire un locale tutto tuo. Che tipo di locale sarebbe? E come lo chiameresti?
Facoltativo: quale sarebbe lo slogan o il motto con cui pubblicizzarlo?

Da un paio di anni ho un’idea che mi ronza in testa e sarebbe quella di aprire una libreria. Ma la cosa non finirebbe lì. Mi piacerebbe anche fare delle attività in questa libreria per incoraggiare la gente alla lettura, ad esempio leggere un libro al mese insieme e poi commentarlo in una serata speciale in libreria, come in una sorta di circolo di lettura. Lo so che non è un’idea originalissima, ma credo che mi piacerebbe tanto gestire un’attività del genere. Mi piacerebbe chiamarla come un luogo letterario famoso, magari come un posto della Terra di Mezzo visto che Tolkien è uno dei miei spiriti guida. E per pubblicizzarla userei frasi famose degli autori sui libri, come questa di Jane Austen: <<Per quello che mi riguarda, se un libro è ben scritto, lo trovo sempre troppo corto>>.

2) Sei diventato il produttore più famoso, ricco e potente di tutta Hollywood, anzi facciamo di tutto il mondo! I film ormai non li fai neanche più per soldi ma solo per tuo semplice gusto e chiunque venga coinvolto accetta di lavorare con te senza esitare.
Avendo quindi il potere di creare il potenziale film perfetto, chi sceglieresti come regista, sceneggiatore, attore, costumista, compositore, ecc, ecc? E che genere di film sarebbe [azione, commedia, fantascienza, musical….]?
Facoltativo: dai un titolo al film.

Questo sì che è un sogno! Visto che non mi chiedi la trama faccio la gnorri e passo alla scheda del film. Di questi tempi ho visto alcune opere di spionaggio che mi hanno lasciato un po’ con l’amaro in bocca e mi piacerrebbe vedere un film del genere come si deve. Dunque…

Titolo: Follow Thruth
Sceneggiatura: Jonathan Nolan
Regia: Gore Verbinski
Cast: Eva Green, Orlando Bloom, Anthony Hopkins, Michael Fassbender, Richard Armitage, Kevin Spacey
Costumi: Tom Ford
Musiche: Hans Zimmer

3) Idem come prima, ma invece di creare il film perfetto ti stuzzica l’idea di creare il tuo film preferito con il tuo regista preferito, il tuo sceneggiatore preferito, i tuoi attori preferiti, ecc, ecc. Chi arruoleresti?
Grazie alle sfere del drago hai anche la possibilità di riportare in vita un morto [solo uno] o usare versioni giovani delle persone da te scelte.

Credo che una versione dell’Inferno di Dante diretta da Tim Burton diventerebbe all’istante il mio film preferito. Non so dire altro, ma darei carta a bianca a Tim (magari darei la mia approvazione o meno su certe scelte), e farei lavorare il genio senza impedirlo troppo.

4) Sei riuscito [non so come ma tanto non è obbligatorio spiegarlo, al massimo lo si vedrà in un eventuale prequel] a costruire una macchina del tempo ma essendo tu uno che non capisce molto di meccanica [il che aggiunge mistero sul come tu sia riuscito a costruirla] può fare un solo viaggio di andata e uno di ritorno. Non te la senti però di impelagarti in paradossi temporali, uccisioni di dittatori o appuntamenti con genitrici e decidi quindi di limitarti a “rubare” l’idea di un opera o letteraria o cinematografica o musicale o videoludica o quella che vuoi tu dal suo effettivo ideatore.
Quale sarebbe questa opera? E perché vorresti avere il merito della sua ideazione?

L’azione è troppo cattiva! Credo che qualsiasi opera (o idea) derubata al suo autore originale perderebbe di significato. Al massimo sai cosa farei? Ruberei dai cassetti di Tolkien tutto il suo materiale inedito e lo pubblicherei all’istante.

5) Nel più classico plot delle commedie americane, un giorno ti risvegli nel corpo di un’altra persona, per la precisione di una persona famosa. La coscienza è tua ma il corpo, la casa, il partner e in definitiva la vita è quella della star a cui hai “rubato” l’identità, compreso intelletto e i vari talenti che lo hanno reso famoso. L’incantesimo purtroppo ha durata di un solo giorno [ovviamente].
Chi sarebbe questa persona famosa? E come passeresti quelle 24 ore?

Dopo la risposta “assennata” di prima, voglio sbroccare qui. Senza alcun dubbio Keeley Hawes, solo per poter vivere con il marito perfetto, Matthew Macfadyen, per un giorno intero. Non ti dico come trascorrerei il mio tempo, vuoi sapere troppo.

6) Vivi in una realtà dove chiunque può fare il lavoro che vuole perché tanto lavoro ce n’è, lo stipendio è altissimo per tutti [dal mega menager della Lamborghini al più povero contadino del Caracas] e non servono lauree, licenze e altre cose per farlo, tanto sei nato saputo.
Quale sarebbe quel mestiere? Quello per cui ti alzeresti volentieri tutte le mattine?

La scrittrice. Se sono nata saputa non avrei blocchi dello scrittore, distrazioni e problemi vari. Allora sì che sarebbe un sogno.

7) Essendo tu una persona illustre con una vita degna di essere raccontata, vieni tampinato da numerose major che vogliono opzionare i diritti della tua storia per un eventuale film/libro/serie TV/o qualsiasi altra cosa, a loro non importa, basta che venga raccontata.
Come vorresti fosse raccontata la tua vita? Con quale mezzo [televisivo, letterario, musicale….]? E chi credi sia il più adatto a scriverla?

Poveri spettatori, sai che noia! Comunque, opterei per un film diretto da Joe Wright e scritto da Tom Stoppard. Una cosa semplice, dai toni pacati.

8) Hai la possibilità di fare una sola domanda a Dio [che noi tutti sappiamo avere il volto di Morgan Freeman] ma sei consapevole che qualsiasi sia la domanda e la risposta il mondo intero sarà in grado di ascoltarla, con tutte le conseguenze del caso.
Quale sarebbe questa domanda?

Se ho la possibilità di avere una risposta da Dio, vuol dire che ho la prova della sua esistenza, quindi molti dei dubbi se ne andrebbero via già con la coscienza della sua esistenza. Comunque, se proprio devo, gli chiederei perché è così arrabbiato da farci vivere con la paura costante della morte.

9) Durante una nottata di bagordi e bisboccia, il Dottor Manhattan nel momento più basso della sua lucidità, decide di dare vita alle più grandi minacce che si siano mai viste nelle storie di fantasia: alieni, demoni, mostri, cyborg, gremlins, l’omino della pubblicità dei Marshmallow e perfino la Banda Bassotti.
Rendendosi conto del danno fatto però, decide di dar vita a 7 individui scelti da qualsiasi media esistente [cinema, letteratura, videogiochi, fumetti, cartoni animati…] per formare una super squadra per la salvezza del mondo.
Ovviamente questi 7 individui dovranno essere scelti da te, sapendo quindi che la potenza non è tutto e che scegliere tutti pesi massimi come Super Sayan o con poteri divini come lo stesso Manhattan non è per forza la soluzione, quali sarebbero i  7 personaggi che sceglieresti? E come chiameresti questo formidabile team?

Ecco a voi i “WeAreFuckedTM”:

  1. Jack Sparrow, perché un po’ di fortuna ci vuole;
  2. Gandalf, perché uno Stregone è sempre utile;
  3. Superman, la potenza è sempre benvenuta;
  4. Professor X, perché leggere le menti dei nemici è cosa buona e saggia;
  5. Rollo (Vikings), perché avere un guerriero che affronta i pericoli a petto nudo è sempre un piacere (in tutti i sensi);
  6. Wonder Woman, perché sì;
  7. Regina/Evil Queen (Once Upon A Time), perché avere un po’ di magia oscura fa sempre comodo.

10) Se potessi tornare bambino e se avessi lo speciale potere di conferire la vita agli oggetti inanimati, quale sarebbe il giocattolo/i a cui vorresti donare la vita?

Ho un action figure di Jack Sparrow, vale lo stesso? E poi potrei tornare di nuovo subito adulta? Grazie!

11) Dopo tante peripezie riesci finalmente a trovare la lampada magica che imprigiona il famoso Genio bluastro e logorroico della lampada. Il genio offre di esaudire tre tuoi desideri ma uno lo sprechi per verificare che sia tutto vero chiedendogli di far apparire una fetta biscottata che non cade mai dalla parte della marmellata, mentre un desiderio lo metti da parte per liberare il Genio dal sortilegio della lampada alla fine di tutta la storia.
Ti rimane dunque UN solo desiderio: cosa gli chiedi? Sapendo che puoi chiedere veramente qualsiasi cosa, sia fisica che astratta, sia personale che su larga scala in grado anche di infrangere il libero arbitrio?
NB: ovviamente non puoi chiedere più desideri. E neanche più geni [fregati!].

Chiederei di rendere felice tutti i mondi.

Dopo queste bellissime domande, le mie sembreranno di sicuro senza carattere, ma eccole qui!

  1. Se potessi avere il potere di modificare il tuo racconto preferito di quand’eri bambino, cosa cambieresti e quale fiaba sceglieresti?
  2. Se potessi fare qualsiasi cosa adesso, senza badare ai soldi e quant’altro, cosa faresti?
  3. Hai mai sentito affinità con qualche celebrità? Se sì, con chi?
  4. Puoi cambiare solo una parte del tuo corpo. Quale scegli e perché?
  5. Prendendo in prestito l’idea della macchina del tempo… Sei riuscito a costruirne una, quindi inserisci una data/un periodo storico e la provi. Purtroppo, dopo essere arrivato a destinazione, scopri che la macchina si è rotta e sei rimasto intrappolato in quel periodo. Dove sei rimasto bloccato? Come reagisci: ti ambienti o fai di tutto per cambiare le cose?
  6. Hai convinto il tuo autore preferito ad inserirti in uno dei suoi lavori: complimenti! Quale autore e libro hai scelto e dicci qualcosa di più sul tuo personaggio romanzato.
  7. Dietro ad un nome c’è sempre una storia. Come mai hai chiamato così il tuo blog?
  8. Qual è il posto più lontano da casa che hai visitato?
  9. Se potessi mangiare solo un cibo per tutta la vita, quale sceglieresti?
  10. Sei stato rapito dagli alieni! Come si comportano con te e tu con loro?
  11. Tè o caffè?

Non taggo nessuno, siete liberi di postarlo sul vostro blog, di rispondere alle domande qui nei commenti o anche di ignorarlo: insomma, non avete obblighi!

Detto questo, vi saluto! Cercherò di recuperare presto la rubrica #52filmsbywomen e anche alcuni dei vostri più recenti interventi.

Annunci